La Mostra Mercato Nazionale La Mostra Mercato Nazionale

Il Tartufo Bianco è mercato e cultura locale

Il Tartufo Bianco delle Colline Samminiatesi ha la propria capitale in San Miniato, cuore della Toscana. Il suo vasto areale raccoglie trentadue Comuni delle provincie di Pisa e Firenze. La raccolta totale è stimata in 80 quintali annui, cento nelle stagioni migliori, una quota di mercato che oscilla dal 20 al 25% della produzione nazionale di Tartufo Bianco Pregiato. Il clima, le caratteristiche del terreno, le piante e il mantenimento di luoghi incontaminati, tra colline sinuose e valli nebbiose e umide, fanno sì che il tartufo bianco si trovi nella nostra zona e abbia qui il suo habitat naturale.

Il tartufo bianco (Tuber Magnatum Pico) si raccoglie e si può cercare dal 10 settembre al 31 dicembre. Chiamato l'ORO BIANCO per il suo valore trova nei tanti appuntamenti autunnali del territorio di San Miniato, il luogo d'incontro ideale per buongustai provenienti da tutto il mondo per apprezzarne al meglio la bontà. Il tartufo bianco delle Colline Samminiatesi è un prodotto unico. San Miniato possiede un prodotto d'eccellenza e vanta molti primati per il tartufo bianco insieme a una lunga e prestigiosa tradizione.

La festa dei profumi è quella che si respira nelle piazze del centro ogni anno negli ultimi tre week di novembre. Fanno da corona al Tartufo i mercati delle altre piazze, dove i sapori tipici delle Colline Samminiatesi sono offerti insieme ai sapori e alle specialità delle altre Città del Gusto italiane.

Fuori dal borgo, nel cuore della terra tartufigena fra i boschi e le campagne, altre feste anticipano in ottobre la nuova stagione in numerose sagre di paese: la Festa di Corazzano, ai piedi della Pieve romanica di San Giovanni Battista, la Festa di Balconevisi, l'antico borgo della famiglia fiorentina degli Strozzi, dove ogni contrada partecipa a un Palio corso da paperi. Recentemente si sono aggiunti anche altri momenti di feste intorno al tartufo, a La Serra e San Miniato Basso.

In primavera, invece, a marzo, è possibile assaggiare il Tartufo Marzuolo a Cigoli, la patria di Ludovico Cardi, pittore manierista italiano.